forex trading

Forex Trading: il mercato delle valute

Cos’è il Forex Trading

Quando ho iniziato a scrivere questo articolo sul Trading su Forex, ovvero il trading sul mercato delle valute,  mi sono chiesto se scrivere utilizzando terminologie tecniche o se parlare delle informazioni che secondo me avresti trovato più interessanti e utili.

Ho optato per la seconda. Con questo non intendo dire che sapere le basi sia sbagliato o non importante, ma credo che apprezzerai di più avere informazioni chiare, che ti potranno aiutare quando inizierai a fare Trading o che – nel caso tu stia già operando – ti chiariranno qualche dubbio.

Partiamo con un dato molto importante. Probabilmente lo conosci già, ma questo è il termometro, ovvero il dato che ci fornisce la misura di quanto interessante sia questo mercato. Il mercato del Forex- o Foreign Exchange – scambia giornalmente circa 4 trilioni di dollari.

Si, non ti spaventare: non è una cifra annuale né mensile. E’ la cifra che viene mossa GIORNALMENTE.

Facciamo un gioco per farti capire quanto è grande questo numero: prendiamo per esempio 1 milione di secondi. Sai quanti giorni sono ? Ti aiuto io: sono quasi 12 gg.

Ora prendiamo come esempio 1 bilione di secondi, sai quanti giorni sono ? Sono circa 32 anni (31,69 per l’esattezza)!

Hai capito bene:  32 anni. Hai capito che gap esponenziale c’è tra un milione e un bilione? Ora prova ad immaginare 1 trilione di secondi…

Penso che tu abbia capito il punto: parliamo di cifre astronomiche.

Ti indico anche un altro dato che troverai interessante a che esemplifica la dimensione di questo mercato :

Forex market: 4 trilioni di dollari al giorno

New York Stock Exchange (borsa di New York): 74 bilioni di dollari al giorno

Tokyo Stock Exchange (borsa di Tokyo): 18 bilioni di dollari al giorno

London Stock Exchange (borsa di Londra):  7 bilioni di dollari al giorno

Sei rimasto colpito anche tu come il sottoscritto, quando ha visto questo dato?

Quindi hai capito che si tratta di quello che viene definito un mercato “molto liquido”. Questo è un dato importante, perché ci garantisce che quando vorremo acquistare o vendere delle valute troveremo sempre qualcuno che vende o acquista.

Ricorda: dove c’è qualcuno che vende ci deve essere sempre qualcuno che compra, sono normali leggi di mercato.

Ti segnalo anche la maggior parte degli scambi valutari non viene gestito da trader speculatori ma da soggetti istituzionali, hedge fund, investitori privati, banche centrali, banche commerciali, fondi di investimento, società commerciali e altri soggetti.

Ecco perché il mercato del FOREX è detto OTC, che sta per ovvero Over The Counter, ovvero: un mercato senza sede fisica.

Ma allora chi vigila su questo mercato? Viene vigilato dalle autorità monetarie e dalle autorità nazionali.

Credo che ti sia già capitato di recarti all’estero e di dover cambiare i tuoi soldi nella valuta del Paese in questione. Ecco:  questo è il mercato del FOREX.

Non mi dilungo su questo concetto ma sappi che è anche il mercato degli scambi commerciali fra le varie nazioni, ad esempio di chi compra materiali all’estero (nella valuta locale) per rivenderli nel proprio Paese. E sappi anche che gli stessi Stati acquistano valute.

La Cina, ad esempio, converte una parte della propria valuta in valute più forti, come il dollaro statunitense. È una forma di  investimento.

Chiariti questi punti, va detto che il mercato offre grandi opportunità di investimento fra le varie valute , ti riporto alcuni cambi che in futuro utilizzerai per fare Trading su Forex:

  • EUR/USD:  Euro – Dollaro Americano
  • GBP/USD:  Sterlina Inglese – Dollaro Americano
  • GBP/JPY: Sterlina Inglese – Yen
  • EUR/JPY: Euro – Yen
  • AUD/USD: Dollaro Australiano – Dollaro Americano
  • AUD/JPY: Dollaro Australiano – Yen
  • USD/JPY: Dollaro Americano – Yen
  • NZD/USD: Dollaro Neozelandese – Dollaro Americano
  • NZD/JPY: Dollaro Neozelandese – Yen

Questi sono alcune delle coppie principali. Come puoi vedere il cambio è formato da due valute: la prima è la valuta di base e la seconda è la secondaria o “counter currency“.

Facciamo un esempio con il cambio EUR/USD. In questo caso la valuta di base è l’euro (EUR), mentre quella secondaria è il dollaro americano, o USD.

Esistono anche altri cambi e forse ti capiterà di imbatterti anche in quelle che vengono comunemente chiamate valute esotiche, ovvero quelle valute come la LIRA TURCA  o il DIRHAM degli Emirati Arabi.

Abbiamo visto le informazioni generali sul mercato delle valute e imparato come leggere i cambi. Ora andiamo a vedere cosa sono quei numeri che indicano i valori del mercato.

Prendiamo sempre come esempio il cambio EUR/USD. Poniamo che valga 1,1265, ovvero che per ogni EUR riceveremo 1,1265 dollari americani. Semplice, no?

Adesso sei pronto anche per capire cos’è il PIP ovvero Percentage In Point. È la quarta cifra dopo la virgola. Quindi, se il cambio EUR/USD da 1,1265 passa a 1,1270, la variazione è di 5 pips.

A che cosa serve conoscere questo dato?

Prima di tutto a capire di quanto si muovono le valute sia in crescita (long) sia in discesa (short).
In secondo luogo,  i nostri guadagni – e le perdite – sono calcolate sui pips. Il pip serve inoltre per comprendere quale sia lo Spread.

A questo punto ti starai chiedendo che cosa sia lo Spread. È la differenza tra prezzo di acquisto e il prezzo di vendita e corrisponde alla commissione che il broker chiede all’apertura della posizione che hai inserito.

Alla prossima!

Marco

Investment Academy:  Grow Your Money!

PS: Non perdere l’occasione di incontrare Marcus de Maria e me al One Day Event del 27 Novembre a Milano, una giornata intera per cambiare il tuo futuro finanziario.

Per maggiori informazioni clicca qui sotto.

one day event con Marcus de Maria

 

 

Potrebbero anche interessarti....

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.