fare trading senza affidarsi ai professionisti

Fare soldi con il Trading senza affidarsi ai “professionisti”

 

Ecco le 4 ragioni per cui abbiamo più possibilità di fare soldi facendo Trading e investendo da soli, rispetto ai cosiddetti “professionisti”

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di come entrare nel mercato al momento giusto grazie a alle medie mobili, usando l’esempio reale del titolo Apple AAPL.

Il titolo è cresciuto più del 5% il mese successivo al periodo che abbiamo preso in considerazione per la nostra analisi (vedi il grafico nell’articolo precedente) e in totale quell’anno ha avuto un aumento del 100%.

Non male!

In quest’articolo scopriremo i 4 motivi per i quali abbiamo più possibilità di guadagnare soldi da soli rispetto ai cosidetti professionisti del settore.

Chi intendo quando dico “professionisti”?

Intendo i manager tradizionali dei grandi fondi, dei fondi pensione e dei fondi comuni di investimento che solitamente investono i nostri soldi per nostro conto.

Fare soldi con le strategie che ti ho insegnato in questi ultimi mesi (PCA, VCA, Buffalo ecc.) è semplice.

Non dovresti impiegarci più di 10-20 minuti al giorno.

Dopo tutto, quanto difficile può essere una strategia da 10-20 minuti massimo al giorno?

Ma questo non significa che sia facile. Devi sempre imparare cosa fare e poi devi applicare ciò che hai appreso.

Semplice, ma non facile.

Quello che la maggior parte delle persone sembra non capire è che, dopo aver imparato qualche strategia, tutto quello di cui hai bisogno è mantenere abbastanza a lungo lo slancio, l’entusiasmo iniziale, in modo tale che fare trading e investire in borsa diventi una tua abitudine, praticandola 10-20 minuti al giorno.

Il resto poi verrà da sè.

Se riesci fare trading in maniera costante per 4 settimane, ogni Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì e un po’ anche durante il week-end, riuscirai a farla diventare un’abitudine.

Dopo essere abituato a fare trading ogni giorno diventerai sempre più bravo a farlo.

Ma come dicevo, prima devi superare almeno 4 settimane di trading costante in modo che diventi un’abitudine.

Cosa ci impedisce di far diventare il trading una nostra abitudine?

Qualche volta può essere semplicemente perchè crediamo sia impossibile fare trading da soli e che possiamo imparare a farlo.

Qualche volta la sfida nasce con le nostre credenze limitanti, il nostro mindset sul mercato in generale.

Ci diciamo frasi come “è troppo rischioso” oppure “potrei perdere tutto” o anche “i mercati sono manipolati”, “i professionisti sanno qual è l’investimento migliore, dovrei investire con loro”.

Sentiti libero di aggiungere la tua credenza, la frase di questo genere che più ti viene in mente.

Discuteremo delle prime due credenze nel prossimo articolo nel quale ti proverò che fare trading non deve per nulla essere rischioso, mentre in questo articolo tratterò della credenza più sbagliata che ci sia: ovvero quella di riporre la nostra fiducia nei professionisti del settore quando si tratta di investire.

Ci sono 4 buone ragioni per cui tu – da solo – hai più possibilità di fare soldi rispetto ai professionisti.

Per farla breve, la ragione principale è il fatto che i professionisti sono soggetti a regolamenti, a molte leggi, appunto perchè stanno investendo i soldi di altre persone.

Comunque le ragioni come ho detto sono 4 non 1! Ben 4!

Se queste non ti convinceranno, allora niente lo farà.

Eccole elencate di seguito:

  1. I professionisti non possono investire in quello che vogliono, ma hanno dei limiti. Noi no, possiamo investire dove vogliamo.Immagina ci sia un fondo chiamato “Fondo emergente paneuropeo delle aziende di pubblica utilità”. Suona bene? Investi lì tuoi risparmi e speri per il meglio.

    Dopo tutto stai affidando i tuoi soldi a dei professionisti! Dopo pochi mesi però sembra chiaro che non c’è molto movimento di mercato nel settore dei servizi pubblici.

    In una riunione interdipartimentale, il nostro fund manager sente dal manager dei fondi tecnologici che il settore tecnologico sta andando forte in questo momento e crescerà sempre più, riuscendo a ottenere alti guadagni.

    L’ufficio del manager dei fund tecnologici è proprio nell’ufficio accanto a quello del nostro fund manager.

    Secondo te è possibile che il nostro fund manager bussi alla porta del suo collega, ovvero il fund manager del settore tecnologico, gli chieda dei consigli su come investire e decida di investire nel settore tecnologico?

    Ti piacerebbe che fosse così!

    Il nostro fondo dei servizi pubblici può investire SOLO in aziende operanti nel gas, acqua, elettricità poichè si tratta appunto di un fondo di servizi pubblici e non di un fondo tecnologico.

    Non importa, andiamo avanti.

    Secondo te il nostro esperto fund manager può prendere in considerazione l’oriente, ad esempio i mercati emergenti di Cina o India, per trovare qualche ottima azienda operante nei servizi, non ancora scoperta, in cui poter investire? Lo può fare giusto?

    Ancora una volta: ti piacerebbe che lo potesse fare!

    Hai letto attentamente la brochure del fondo in cui hai investito? È un fondo paneuropeo e quindi si può investire solo in compagnie di servizi pubblici europei.

    Dal canto nostro invece, noi da soli possiamo investire in tutto quello che vogliamo e in qualsiasi azienda si possa investire.

    Quando noi investiamo da soli il nostro denaro invece, non dobbiamo sottostare agli stessi regolamenti del fund manager.

  2. I fund manager devono investire anche se non è il miglior momento per farlo. Noi invece possiamo evitare di investire.Operando come professionisti è possibile che ci siano momenti in cui il mercato diciamo così..non sia così tanto rialzista.

    In casi del genere la cosa più giusta da fare sarebbe quella di uscire dal mercato rimanendo con il denaro liquido. Secondo te il tuo fund manager opera in questo modo?

    Ti piacerebbe! Magari!

    Essendo un fondo di investimento il nostro professionista è costretto ad investire quando riceve il nostro denaro, a prescindere da quello che sta succedendo nel mercato in quel momento.

    Riesci ad immaginare lo scalpore che susciterebbe, se decidesse di non investire i nostri soldi lasciandoli liquidi e nel frattempo i mercati salissero?

    Noi saremmo convinti che i soldi siano già stati investiti mentre il fund manager li ha di fatto lasciati liquidi e non ha ottenuto i profitti.

    Non appena lo verremmo a sapere saremmo furiosi con lui. Ancora peggio sarebbe se, dopo avergli dato i nostri soldi, lui acquistasse azioni in un momento di mercato ribassista.

    Se lo affrontassimo dopo averlo fatto, il nostro professionista giustamente potrebbe dirci di guardare la targhetta apposta alla porta del suo ufficio che riporta “Fund Manager”, e ciò che fa un fund manager, appunto, è investire i tuoi soldi per tuo conto.Tu gli mandi i soldi, lui li investe.

    E questo ci porta al punto 3.

  3. I fondi di investimento tradizionali non ottengono profitti quando i mercati scendono. Noi invece possiamo vendere allo scoperto e guadagnare anche quando i mercati sono ribassisti.Dunque abbiamo appena appurato che i nostri cosiddetti professionisti non possono di loro iniziativa lasciare il nostro liquido ma devono per forza investirlo.

    E cosa fanno quando i mercati sono in ribasso? Comprano.

    Ovviamente stanno sperando di scegliere quelle compagnie le cui azioni possano fare un’inversione di tendenza e salire. Facile da dirsi ma non da farsi.

    Tanto per cominciare il sentiment del mercato, ovvero i punti di vista e le opinioni degli operatori del mercato, decide approssimativamente il 65% dei movimenti del mercato stesso. Se il mercato comincia a scendere le persone andrebbero nel panico.

    Il panico porta a vendere e più si vende più il panico aumenta e così via. Non avrebbe più senso vendere allo scoperto come abbiamo spiegato in uno dei nostri articoli precedenti?

    Questo succede quando, in presenza di un mercato ribassista, otteniamo un profitto dal vendere allo scoperto le nostre azioni a un prezzo alto, e ricomprandole ad un prezzo più basso.

    I nostri fund manager lo farebbero, se solo potessero. La maggioranza dei fondi può solo acquistare.Questo significa che possono ottenere un profitto solo se il mercato è rialzista, in un mercato laterale non guadagnano e quando il mercato scende di fatto perdono i tuoi soldi. In altre parole: hai solo 1 chance su 3 di guadagnare.

    Cosa ne pensi della probabilità di poter fare soldi solo 1 volta su 3, cioè meno del 50% di probabilità?

    Adesso immagina di avere tutte le probabilità a tuo favore e di poter fare soldi in tutte le direzioni possibili del mercato.

    Cosa ne pensi? Noi possiamo farlo, i professionisti no.

  4. I fund manager devono per forza prendere decisioni a breve termine, anche a discapito dei guadagni più a lungo termine.Noi possiamo guardare le cose più a lungo termine e quindi avere maggiori profitti. I fund manager sono classificati in base alle loro rispettive performance. Se un fondo scende nella classifica, gli investitori cominciano a ritirare il loro denaro.

    Quindi gli obiettivi di un fondo sono essenzialmente 2.

    Numero 1:  prendere il denaro degli investitori.
    Numero 2: mantenere il denaro degli investitori.

    Per fare questo, i fondi sacrificheranno grandissimi guadagni di breve periodo al fine di ottenere guadagni in poco tempo e mantenere alto il loro punteggio nella classifica.

    Ci sono storie riguardanti investitori di tutto rispetto – Warren Buffett incluso – che sono stati criticati per il fatto di non aver approffittato al massimo della bolla tecnologica negli ultimi anni 90.

    Anche se, a posteriori, la decisione di sacrificare una parte dei guadagni uscendo prima dal mercato è stata ampiamente giustificata – poichè si è rivelata azzeccata quando improvvisamente la bolla è esplosa bruciando milioni di profitto – questo non toglie il fatto che a quei tempi molte persone sono state licenziate per non aver tratto i massimi profitti.

    Noi possiamo aprire una posizione ed entrare nel mercato e anche se questa è in perdita per un po’, o anche per mesi o per anni, poco importa perchè noi non siamo in competizione con nessuno.Jim Rogers, un investitore anticonformista e controcorrente che gestisce il fondo Quantum con George Soros, di solito entra nel mercato con veramente largo anticipo, eppure questa alla fine si è dimostrata una strategia giusta.

    Loro hanno fatto guadagnare ai loro azionisti più del 4200% in 10 anni. Questo si che è un ottimo investimento!

Ora, se ci fossero solo 1 o 2 ragioni per fare trading e investimenti da soli, allora forse si potrebbe ignorare la cosa.

Ma come si possono ignorare 4 buoni motivi?

Hai mai guardato un’immagine di quelle che se la guardi abbastanza a lungo riesci a vedere l’immagine che tutti riescono a vedere tranne te?

Devi solo rilassarti e incrociare un pò gli occhi e improvvisamente l’immagine ti salta agli occhi.

Incredibilmente, l’immagine è sempre stata lì. Prova con l’immagine qui sotto:

fare trading da soli

Riesci a vedere l’immagine?

La maggioranza delle persone non riesce subito a vederla.

Cerca di non guardarla subito, rilassati e incrocia leggermente gli occhi. L’hai vista adesso? Se sei riuscito a vederla, ora ogni volta che la guardi riesci a vederla giusto?

Se non riesci a vederla mandaci una mail a info@investmentacademy.it e ti manderemo la soluzione.

L’immagine di questo gioco ottico rappresenta l’investire e fare trading: è qui, già sotto i tuoi occhi ti serve fare solo un po’ di pratica.

Di questi tempi è un tuo DOVERE conoscere quello che il trading e gli investimenti (nel mercato azionario, nelle materie prime e nei metalli preziosi) hanno da offrire.

 

Al tuo successo!

Marcus

Sommario
Fare soldi con il Trading senza affidarsi ai
Titolo
Fare soldi con il Trading senza affidarsi ai
Descrizione
Le 4 ragioni per cui abbiamo più possibilità di fare soldi facendo Trading da soli senza doverci rivolgere ai cosidetti "professionisti"
Autore
Pubblicato da
Investment Academy
Logo

Potrebbero anche interessarti....

Condividi

Un commento su “Fare soldi con il Trading senza affidarsi ai “professionisti”

Lascia un commento